In Italia, come in numerosi altri paesi europei, alcuni musei si sono resi accessibili veramente a tutti. L’abbattimento delle barriere architettoniche, per quanto possa essere un importante passo avanti, non è l’unico strumento per garantire una totale accessibilità. Il godimento delle bellezze artistiche è infatti un bisogno imprescindibile di tutti, anche di non vedenti ed ipo vedentI.

Anche il Museo di Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa si è in questi ultimi anni, attivato per garantire percorsi tattili, un’ampio laboratorio tattile allestito appositamente per consentire ai ciechi di conoscere le macchine attraverso il tatto. La fruizione delle risorse museali è una parte importante della formazione culturale di ogni individuo. La disabilità, temporanea o permanente, non dovrebbe costituire un ostacolo o essere motivo di esclusione per nessuno. L’arte, la nostra esperienza, ed un museo “da toccare” per tutti.