Ex Convento del Ritiro di Siracusa – Ortigia / Via Mirabella

CASA DEL RITIRO poi MONASTERO DELLE CARMELITANE

L’ex Convento del Ritiro di via Mirabella, nel cuore di Ortigia, fu edificato tra la fine del XVII secolo e i primi anni del XVIII con alcuni interventi attribuibili all’architetto Pompeo Picherali

Nel 1717 le nobildonne Carmela Montalto e Rosa Istauri fondarono lì la Casa del Ritiro per donne di ogni estrazione sociale che desiderassero ritirarsi dal mondo e stare con le altre esercitandosi nelle virtù religiose. Madre Priora venne eletta Anna Maria Gargallo di Castel Lentini. L’aumento del numero delle consorelle del Ritiro spinse la Priora a chiedere nel 1729 alla Santa Sede la trasformazione del Ritiro in Monastero di clausura dedicato a S. Maria del monte Carmelo.

La concessione del papa Benedetto XIII divenne esecutiva nel 1730; la chiesa fu aperta al culto e le monache pronunciarono i voti solenni. Come dono del papa alla chiesa furono inviati i corpi dei Santi: Benedetto M. e Vittoria, estratti dal cimitero di S. Callisto in Roma e posti sugli altari laterali della chiesa. L’osservanza della clausura impediva alle monache di vedere il simulacro d’argento di S. Lucia, e queste chiesero ed ottennero dal Viceré, Marchese Fogliani, che, in occasione della processione, il simulacro passasse davanti al monastero del Carmine.

Nel 1890 per il ridotto numero delle monache e in osservanza alle disposizioni di legge, il monastero venne soppresso, gli arredi e gli ornamenti vennero venduti all’asta, mentre le urne contenenti i corpi dei Santi Benedetto M. e Vittoria, furono trasportati in Cattedrale e posti nella cappella del Crocifisso dove si trovano ancora oggi.

Il complesso cambiò quindi destinazione d’uso, mantenendo però alcune tracce ancora visibili: la torre campanaria, la scala e le arcate dell’antico chiostro. Dopo essere stato destinato a diventare una caserma, nel 1890 diventò un asilo infantile.

Oggi il complesso è un centro polivalente, sede di attività culturali, mostre e co- working. Al suo interno troviamo la sede dell’assessorato alla Cultura del Comune di Siracusa, lo spazio di co-working Impact Hub, e il Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa dove sono esposte le macchine dei due geni.

GUARDA LE DEL MUSEO LEONARDO DA VINCI E ARCHIMEDE DI SIRACUSA

Ricerche e testi del Museo Leonardo da Vinci e Archimede di Siracusa,

a cura di Gastone Saletnich – storico e archivista –  componente scientifico del museo.  

Foto tratte dal web